Abecedari Piemontèis - Pinerolo Blues di Graziella Martina

Vai ai contenuti

ABECEDARI  PIEMONTÈIS

Qualche tempo fa ho acquistato su una bancarella questo abbecedario piemontese. Mi ha ricordato un mio allievo di prima elementare di tanti anni fa.
Aveva creato, per gioco, un curioso sistema che mescolava il piemontese e l’italiano.
“Maestra – mi chiedeva – qui devo mettere la t di giari?”
Oppure: “Qui ci vuole la s di cadrega, vero?” E così via.
Temo che oggi siano ben pochi i bambini che conoscono e parlano ancora la lingua piemontese. Peccato.
Dovrebbe continuare ad essere insegnata in casa, insieme all’italiano, perché fa parte delle nostre radici. Poi verranno le lingue straniere, altrettanto indispensabili nell’attuale mondo globalizzato.
Invece...




Torna ai contenuti